La Bodleian Library
Il Pub di C. S. Lewis
Headington Quarry
Il Principe Caspian... il Film
L'Addison's Walk di Oxford

La Bodleian Library

Fondata nel 1602, la Bodleian Library di Oxford possiede circa 8 milioni di testi, conservati su 117 miglia di ripiani. Vanta uno staff formato da 400 dipendenti e conserva una copia di qualsiasi pubblicazione stampata in Inghilterra.

Il Pub di C. S. Lewis

Se vi capita di camminare per le vie di Oxford, non dimenticate di fare un salto all'Eagle and Child (o se preferite, The bird and baby), il famoso pub dove si incontravano gli Inklings. Lewis e Tolkien erano i principali animatori di questo originale gruppo di intellettuali che amavano parlare di poesia e letteratura. Beh, oggi non ci troverete più gli inklings, ma se guardate bene, vedrete le loro foto ancora appese al muro.

Headington Quarry

C. S. Lewis morì la mattina del 22 novembre alle ore 5.30 presso la sua residenza di The Kilns a Oxford. Solo una settimana dopo avrebbe compiuto 65 anni. Morì lo stesso giorno in cui fu assassinato J. F. Kennedy. La sua salma riposa ad Headington Quarry, Oxford, nel giardino della Holy Trinity Church, insieme a quella del fratello Warren. A pochi passi, anche la salma di Jane King Moore.

Il Principe Caspian... il Film

Il Principe Caspian fu pubblicato nel 1951, secondo dei sette volumi di Le Cronache di Narnia, ma quarto rispetto alla sequenza cronologica degli eventi. Nel 2008, Andrew Adamson ne ha diretto il film dal titolo Le cronache di Narnia: il Principe Caspian.

L'Addison's Walk di Oxford

L'Addison's Walk era un sentiero particolarmente caro a C. S. Lewis. Si tratta di un luogo nei pressi del Magdalene College dove Lewis si intratteneva spesso con gli amici. Una sera, proprio sotto questi alberi, c'erano anche Hugo Dyson e John Tolkien a discutere con Jack, ancora ateo, di miti e fede.

 1 Il Cristianesimo così comè

2 Diario di un dolore

3 Sorpreso dalla gioia

4 Le lettere di Berlicche

5 A viso scoperto

Chi è Online

Abbiamo 120 visitatori e nessun utente online

Utenti
1826
Articoli
99

Traduci

itarenfrdees

Dagli scritti...

"E così il grande Pescatore giocò il Suo pesce, ma non mi era mai passato per la testa che l'amo fosse nella mia lingua"
(Sorpreso dalla gioia, p.154)

PerelandraIn questo libro Lewis è chiamato a far visita al suo amico Ransom nella sua abitazione presso Worchester. Ransom spiega di aver ricevuto incarico di andare su Perelandra (Venere) per una missione da compiere. Così Ransom lo aiuta a collocarsi dentro una specie di cassa che, con l’aiuto dell’Oyarsa di Malacandra (Marte), lo trasporterà fino a Perelandra. Al suo ritorno, circa un anno dopo, Ransom racconta tutto l’accaduto a Lewis e ad un dottore chiamato per assistere Ransom. Lewis racconta dunque ai lettori la storia che segue.

Perelandra è un pianeta fatto di isole dove egli incontra inizialmente un piccolo drago e poi una donna nuda che egli chiama “la signora verde”.

Parlando con lei nel solare antico che aveva imparato su Malacandra, Ransom capisce che la donna e quello che ella chiama il Re, che non appare se non alla fine del libro, non sono altro che la Eva e l’Adamo del pianeta, prima di cadere nel peccato originale. La donna gode di una incorrotta unione con Maledil che le parla direttamente.

Ransom scopre che su Perelandra oltre alle isole esiste anche una terra ferma e che la donna e il Re possono andarvi solo di giorno, mentre la notte Maledil vuole che stiano su un’isola. Intanto Ransom vede atterrare un’astronave da cui esce il Dottor Weston, ormai completamente posseduto dal maligno e venuto per portare il male sul pianeta. Ransom mano a mano capisce lo scopo della sua missione.

Weston spinge la donna a disobbedire ai comandi di Dio e Ransom constata come del vecchio Weston non sia rimasto più nulla, egli è completamente governato dal maligno e così Ransom lo chiama “il Non-uomo”, in inglese “the Un-man”.

Weston spinge la donna a dormire sulla terra ferma, contro il comando di Maledil, dicendo che certamente Maledil sarebbe contento di vederla prendere le sue decisioni da sola, matura come una donna di Thulcandra.

La donna si rivela ora interessata, ora scettica, mentre Ransom cerca di opporsi al Maligno con i suoi argomenti.

Ransom vede che la donna è a conoscenza dell’incarnazione di Maleldil, il Figlio di Dio, avvenuta sulla Terra, e Weston usa questo argomento per dire che dalla prima disobbedienza venne dunque fuori un bene più grande. Sapientemente Ransom supera la sottile insinuazione di Weston dicendo che Dio sa anche tirar fuori dal male il bene, ma che la prima disobbedienza fu pur sempre un male che fece loro perdere per sempre ciò che Dio aveva preparato da principio.

Ransom e il corpo di Weston si danno ad un inseguimento estenuante, fin dentro le caverne della terra ferma, e alla fine Ransom uccide il corpo del “Non-uomo”, pur restando ferito con un taglio permanente al tallone, procuratogli da un morso del corpo di Weston.

Negli ultimi due capitoli, Ransom incontra l’Oyarsa di Perelandra e quello di Malacandra che si manifestano a lui insieme al Re, chiamato Tor, ed alla signora verde, chiamata Tinidril. Tor spiega ora che essi hanno imparato che cosa è il male, ma non come lo voleva il maligno.

Ora Ransom può fare ritorno sulla Terra, nella cassa trasportata dall’Oyarsa.[1]



[1] Cf. Clive Staples LEWIS, Perelandra, Milano, Adelphi, 1994.

Approfondimenti

Tolkien-e-Lewis
Gli amici di C. S. Lewis. More
The-Kilns
Le residenze di C. S. Lewis. More
The-eagle-and-child
I luoghi di C. S. Lewis. More

Date importanti di C. S. Lewis

1898 Clive Staples Lewis nasce a Belfast, Irlanda.
1908 Muore la madre Flora.
1917 Borsa di studio per l'University College of Oxford fino alla chiamata alle armi.
1923 Tornato ad Oxford dopo la guerra, si laurea in Lingua e Letteratura Inglese.
1924-53 Insegna Lingua e Letteratura Inglese ad Oxford.
1929 Abbandona l'ateismo degli anni giovanili e si converte alla Fede Cristiana, grazie a J.R.R. Tolkien.
1955 Scrive l'autobiografia Surprised by Joy.
1933 Entra a far parte del circolo The Inklinks, insieme a Tolkien.
1954 Docente di Storia della Letteratura Medievale e Rinascimentale al Magdalene College di Cambridge.
1957 Sposa, in ospedale, la poetessa americana Helen Joy Gresham.
1950-1956 Scrive Le cronache di Narnia.
1961 Scrive Diario di un dolore, per la morte di Joy Gresham, affetta da cancro osseo.
1942 Scrive Le lettere di Berlicche.
1954 Corrispondenza con Don Calabria.
1963 Lewis muore di cancro a The Kilns.

Curiosità

Bodleian-Small CSLewis-small University-college Eagle-and-Child_Oxford The-Kilns_Oxford Holy-Trinity-Church Magdalene_College Addisons_walk_oxford Copertina_Time Magdalene_College_new_building Holy-Trinity-Church_path CSLewis_reserve

Dettagli

C. S. Lewis morì la mattina del 22 novembre alle ore 5.30 presso la sua residenza di The Kilns a Oxford. Solo una settimana dopo avrebbe compiuto 65 anni. Morì lo stesso giorno in cui fu assassinato J. F. Kennedy. La sua salma riposa ad Headington Quarry, Oxford, nel giardino della Holy Trinity Church, insieme a quella del fratello Warren. A pochi passi, anche la salma di Jane King Moore.